Napoli, Gabrielli inaugura "Alice oltre lo specchio"

E’ stata inaugurata all’interno del Commissariato Scampia di Napoli la stanza di ascolto "Alice oltre lo specchio”, dedicata alle donne vittime di violenza. La cerimonia si è svolta alla presenza del Capo della Polizia Franco Gabrielli. Il Prefetto durante l’inaugurazione, a cui hanno preso parte il Questore di Napoli Alessandro Giuliano, le autorità locali e tanti  comuni cittadini, ha ricordato come “Le regole stabiliscono i percorsi che dobbiamo intraprendere ma poi la differenza la fa sempre chi quei percorsi li deve intraprendere e mai come in questo tipo di reati, è fondamentale la sensibilità, la capacità di intercettare le sofferenze e di accompagnare le vittime in un difficile percorso di manifestazione della loro condizione”.

“Questo è un tipo di reato – ha proseguito il prefetto Gabrielli - dove nell’ 81 per cento dei casi, i carnefici sono all'interno delle mura domestiche e quindi, come potete immaginare, chi decide di fare un percorso di riaffermazione della propria dignità del proprio diritto ad esistere come persona è ovvio che fa un percorso difficile”.

“E allora – ha continuato il capo della Polizia - trovarsi in un ambiente consono, in un ambiente nel quale le tue paure le tue preoccupazioni in qualche modo si stemperano e trovano un volto amico e degli occhi che intercettano il tuo bisogno di aiuto, questo fa la differenza”.

 

Già nel dicembre 2014 era stata istituita nel Commissariato la “Stanza di Alice”, un ambiente accogliente dove i minori possono intrattenersi giocando mentre le mamme vengono ascoltate nei vicini uffici di Polizia. Da oggi, accanto alla stanza di Alice sarà attiva quella "Oltre lo specchio", un ambiente "diverso" dai consueti uffici di polizia giudiziaria, realizzato con il contributo delle associazioni e degli esercizi commerciali del quartiere. Le due stanze sono collegate da un impianto video per consentire alle mamme di poter osservare con discrezione i propri figli giocare in serenità. 

 

Sono diverse le questure in Italia che hanno stanze per l’ascolto protetto  e le iniziative per contrastare i reati di genere come il “Protocollo L.i.a.n.a.” (Linea interattiva assistenza nazionale antiviolenza), Il “protocollo Eva” (Esame delle violenze agite) e il progetto "... Questo non è amore".

 

Il capo della Polizia ha poi fatto visita all'associazione di don Luigi Merola "A Voce de criature" dove è stato premiato con il premio omonimo.